0 0
Come cucinare l’arrosto di vitello

Condividilo sul tuo social network:

Oppure puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

ingredienti

Regola porzioni:
1 Kg Vitello in alternativa anche la Spalla
3 cucchiai Olio d'oliva
Salvia q.b.
Brodo q.b.
Pepe q.b.
40 gr Burro
Vino Bianco q.b.
1 rametto Rosmarino
Sale q.b.
Farina q.b.

Informazioni nutrizionali

Aggiungi questa ricetta ai segnalibri

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Come cucinare l’arrosto di vitello

Caratteristiche:

    I seguenti tagli sono i migliori per un arrosto perfetto: la sottofesa, la noce, lo scamone, il carré e la spalla arrotolata.

    I tempi di cottura dipendono dalle dimensioni del pezzo di carne, ma indicativamente si può calcolare circa un’ora e 15 minuti per ogni chilogrammo.

    • 1 ora e 10 minuti
    • Porzioni 4
    • medio

    ingredienti

    Indicazioni

    Condividere

    La cottura dell’arrosto di vitello differisce nettamente da quella del manzo.

    L’arrosto di vitello deve cuocere a puntino e con calore più uniforme, a differenza dell’arrosto di manzo che richiede una cottura più al sangue. Si cercherà quindi di tenere una cottura più costante dall’inizio, con un innalzamento di temperatura verso la fine così che la carne possa acquistare la classica doratura.

    I metodi più comuni per cuocere l’arrosto di vitello sono: in forno alla temperatura di 200°, sul fornello con una rosolatura iniziale e poi cotto a fiamma bassa.

    L’ arrosto di vitello va spesso girata e bagnata con del brodo o del vino.

    SEGUITECI SU TELEGRAM

    Enter the text or HTML code here

    Passi

    1
    Fatto

    La parte migliore per l'arrosto è la spalla del vitello, anche detta girello, e falla legare dal macellaio con lo spago alimentare. Inserisci tra lo spago e la carne un rametto di rosmarino e qualche foglia di salvia.

    2
    Fatto

    Prendi una casseruola che sia giusta per contenere l’arrosto su misura e fai fondere all'interno, 40 gr di burro con 3 cucchiai di olio extravergine di oliva e, non appena il condimento sarà ben caldo, aggiungi la carne. Fai rosolare l'arrosto a fuoco medio girandola da tutte le parti cercando di non pungerla. Bagnala con 1/2 bicchiere di vino bianco, e lascia sfumare su fiamma vivace. Trasferisci il tegame nel forno già caldo a 200° e cuoci per circa 75 minuti, girandola di tanto in tanto e bagnandola spesso con il suo fondo di cottura alternato a qualche cucchiaio di brodo bollente a qualche cucchiaio di vino bianco secco. Sala e pepa solo a fine cottura.

    3
    Fatto

    Quando l'arrosto sarà cotto (circa un ora e un quarto per ogni chilogrammo di carne), toglilo dalla pentola eimina la legatura e taglialo a fette e mettilo al caldo nel forno spento.

    4
    Fatto

    Prepara la salsina. metti il sughetto rimasto sul fornello, deglassalo con mezzo bicchiere di vino bianco, aggiungi una noce di burro, un cucchiaino di farina e, a fuoco basso fai bollire la salsina per un paio di minuti e versa parte del sugo così ottenuto sulle fette di arrosto e la parte rimanente in una salsiera.

    Carlo

    Recensioni di ricette

    Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
    Spaghetti alla carbonara 1
    precedente
    Spaghetti alla carbonara
    Prossimo
    Tutti i benefici dei semi di zucca
    Spaghetti alla carbonara 1
    precedente
    Spaghetti alla carbonara
    Prossimo
    Tutti i benefici dei semi di zucca

    Aggiungi il tuo commento